img_8364.jpg

Sorrento – Striscione di Casapound contro la psicosi attentato

E se fosse l’attesa dell’attentato…l’attentato stesso?”.

Così recita lo striscione apparso questa notte in Via Degli Aranci, a Sorrento, che porta la firma della sezione della Penisola Sorrentina di CasaPound, partito politico che si rifà a un ideale di Destra Sociale che non è nuovo a forti azioni di denuncia.

Questa volta, nel mirino degli attivisti, è finita la psicosi attentato che si sta sviluppando nel nostro Paese.

Rifacendosi a un noto slogan pubblicitario, infatti, i ragazzi della Penisola Sorrentina puntano il dito contro la fobia collettiva che, quotidianamente, viene alimentata dalle vicende di cronaca internazionali riportate dai media.

L’industria del terrore oramai amministra le nostre vite, indirizza le scelte dei nostri governi, decide perfino dove dobbiamo andare in vacanza “, spiega Casa Pound Italia in una nota ufficiale.

Nonostante sia stata finora risparmiata sul suo territorio dalla furia assassina dell’odio jihadista, anche l’Italia ha chinato il capo al volere del califfo e, invece di chiudere le frontiere, ha intasato le strade delle nostre città di fioriere e barriere in cemento.

Con la paura, con l’attesa dell’ignoto, con la minaccia sparata nel mucchio, ci vogliono ridurre a un popolo imbelle e spaventato, incapace di decidere e di reagire.

Decidiamo per noi stessi, ribelliamoci ai diktat di chicchessia e facciamo dell’Italia quello che vogliamo e non quello che vogliono altri che sia, questa è l’unica libertà di fronte alla paura e quanto dobbiamo alle tante, troppe vittime del terrorismo, anche italiane, nel resto del mondo.

Serve una scelta di coraggio, serve Casapound Italia“.

Tags: