img_8640.jpg

Vico Equense – La storia della Pizza a Metro: quando la bontà si misura col righello 

Quando la bontà si misura con il righello.

È questa la storia della Pizza a Metro, eccellenza del panorama gastronomico di Vico Equense che riprendiamo integralmente proprio dal sito dell’Università della Pizza.

Buon appetito!

La pizza a metro è nata negli anni ’30, grazie all’intuizione di Luigi Dell’Amura, in arte Gigino.

Intelligenza, fantasia, intuito, instancabile operosità sono solo alcune delle doti di un uomo che ha rivoluzionato il modo di fare la pizza. 

L’idea di realizzare pizze che avessero “misure” diverse a seconda del numero di persone a tavola è nata da un’esigenza ben precisa: servire, nel più breve tempo possibile, molti commensali mantenendo uno standard qualitativo elevato

Così è cominciata la vita della Pizza a metro e l’antica panetteria della famiglia Dell’Amura si è presto trasformata in un ampio ristorante-pizzeria.

La Pizza a metro nel tempo, è cresciuta, migliorata, diventando conosciuta in Italia e all’estero

Dal brevetto del 1960, altro passaggio importante è stata la creazione dell’ “Università della pizza”. 

Infatti, grazie al suo talento, Luigi Dell’Amura è riuscito a dare inizio ad una vera scuola che ha cambiato radicalmente i criteri dell’elaborazione della farina per la preparazione della pizza e, soprattutto, il modo di intendere questo prodotto, frutto dell’ingegno e dell’arte del pizzaiolo

I corsi di formazione tenuti presso la struttura hanno consentito a centinaia di apprendisti di imparare le tecniche del mestiere e di entrare in possesso di un attestato dalla valenza unica. 

Oggi l’ “Università della pizza” costituisce un punto di riferimento nel panorama gastronomico nazionale.


Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *