img_0464.jpg

Vico Equense – Accusa i genitori di Angela Celentano di nascondere la verità sulla scomparsa. Donna di Bordighera finisce a processo 

Inizierà a metà novembre il processo a Vincenza Trentinella, la donna di origini calabresi e residente a Bordighera che per anni ha sostenuto e continua a sostenere la cosiddetta pista turca, ampiamente archiviata dalla Procura di Napoli nella lunga e tormentata ricerca di Angela Celentano. 

La donna è la fondatrice della pagina Facebook “Angela Celentano oggi” (che, è bene ribadirlo, non ha nulla a che vedere con quella gestita dalla sorella “Rosa per Angela Celentano”) sulla quale ha pubblicato una serie di frasi in cui sosteneva che genitori e sorelle della bambina scomparsa non avessero interesse a favorire le ricerche, tenessero una condotta omertosa e coprissero chissà quali oscuri segreti

Per le frasi contestate è stata rinviata a giudizio per diffamazione risalgono ai 2011. 

La denuncia fatta a Torre Annunziata è stata trasmessa a Imperia per competenza territoriale, non facile da individuare quando si tratta di dichiarazioni sui social

Tempi lunghissimi per arrivare all’avvio del processo. 

Catello Celentano, in qualità di parte offesa, dovrà essere ascoltato come primo testimone della pubblica accusa.  

Tags: