Percorso meccanizzato Sorrento

Sorrento – Percorso meccanizzato tra il parcheggio Lauro e il Porto. Il M5S: “L’opera pubblica sarà affidata ai privati. Ancora una volta Sorrento verrà ceduta ai privati”

Ancora polemiche attorno al percorso meccanizzato di Sorrento, il progetto che prevede la realizzazione dell’infrastruttura che dovrebbe collegare il parcheggio Lauro al Porto della Terra delle Sirene.

A puntare il dito contro la gestione dell’opera sono gli attivisti del Movimento Cinque Stelle della Penisola Sorrentina che, in un post firmato da Rosario Lotito, riportano che “ancora una volta Sorrento verrà ceduta  ai privati“, considerato che “il comune intende finanziare tale opera affidando ai privati la realizzazione e la gestione dell’opera attraverso la formula del Project Financing“.

Di seguito la versione integrale del post.

“Finalmente la verità  su come il comune intende realizzare il percorso meccanizzato tra il parcheggio Lauro ed il porto. Ormai è  chiaro che il comune intende finanziare tale opera affidando ai privati la realizzazione e la gestione dell’opera attraverso la formula del Project Financing  ” uso prevalentemente di capitali privati per la realizzazione di un opera pubblica.”.

 

Il costo totale dell’opera è stato quantizzato in 16 milioni di euro, di cui 8 finanziati dalla Regione Campania. Ed è proprio sulla parte finanziata dalla Regione che sono circolate voci in base alle quali la Regione avrebbe erogato tale finanziamento solo nel caso in cui l’opera rientrasse in un intervento di Finanza di Progetto. Tutte voci false messe in giro da chissà chi solo per confondere le acque e buttare fumo negli occhi ai tanti cittadini indignati di veder ancora una volta privatizzata parte della propria città. Infatti il protocollo di intesa, firmato dal Sindaco del comune di Sorrento in data 03/08/2017, all’ art.7 recita testualmente che ” Per la progettazione e realizzazione del collegamento con il porto di Sorrento, ACaMIR (Agenzia Campana Mobilità Infrastrutture e Reti)stipulerà una convenzione con l’Amministrazione Comunale, la quale intende realizzare l’opera in finanza di progetto” Quindi è chiara l’intenzione di affidare ai privati la realizzazione e la gestione  di tale opera.
BASTA…. non è possibile che ancora una volta Sorrento venga ceduta  ai privati. Il Comune ha la capacità finanziaria per affrontare tale spesa, di realizzare e gestire tale opera in forma pubblica.
Un amministratore ha il dovere di tutelare il bene pubblico.
Lotito Rosario”
 
Tags: