img_0931.jpg

Castellammare – Tentano di rubare uno scooter…di un poliziotto! Scatta l’inseguimento tra la folla

Tentano di rubare uno scooter in pieno giorno.

Ma i due malviventi incappano in un poliziotto che era il proprietario del veicolo e si ritrovano costretti a mollare il mezzo.

Ne è seguito un inseguimento tra la gente, con l’agente di polizia che ha tentato da solo di acciuffare i due ladri.

E’ successo a Castellammare di Stabia, in via Tavernola, intorno alle ore 13, ora di punta, con tante persone ancora in giro nelle strade e ancor più in via Tavernola che è solitamente molto trafficata a tutte le ore del giorno.

Tuttavia, la spavalderia della microcriminalità a Castellammare di Stabia non ha limiti e i due ladri hanno puntato lo scooter parcheggiato accanto al marciapiede.

Si tratta di un Honda SH, evidentemente molto desiderato dai giovani, facilmente vendibile ma, forse i due avrebbero tentato il cosiddetto “cavallo di ritorno”, ovvero, una sorta di estorsione per restituire al proprietario il suo scooter in cambio di un “riscatto”.

I due sono riusciti a mettere in moto lo scooter ma il proprietario si è accorto di quanto stava accadendo assistendo dal balcone di casa alla incredibile scena.

Si tratta di un poliziotto fuori servizio che, in virtù della sua professione, ha ben chiara l’identità dei due furfanti. Li riconosce e comincia a chiamarli per nome.

Poi si precipita in strada, mentre si raduna una folla di passanti attirati dalle urla. L’agente di polizia si lancia all’inseguimento dei malviventi e, nella fuga, i due ladri perdono l’equilibrio e lasciano a terra lo scooter, proseguendo a piedi.

Uno dei due, il più veloce, fa perdere le sue tracce. Il secondo viene raggiunto ma, proprio quando sta per essere ammanettato, si divincola e sfugge alla presa del poliziotto, riuscendo a scappare all’arresto.

Ma i due non riusciranno a cavarsela, perché ormai sono stati riconosciuti e in molti hanno assistito al loro maldestro tentativo di furto.

Gli agenti del commissariato sono sulle loro tracce e presto verranno catturati e consegnati alla giustizia.

Tags: