25634873_1753612724649924_1354967894_o

Vico Equense – proposta del M5S per il Monte Faito

Vico Equense. Dramma Monte Faito, il gruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio Regionale della Campania ha presentato una proposta sul dissesto idrogeologico.

Emendamento al disegno di legge “Disposizione per la formazione del Bilancio di previsione finanziario per il triennio 2018-2020 della Regione Campania, legge di stabilità regionale per il 2018”.

Aggiunta all’Art. 7 bis
Misure per il contrasto agli illeciti ambientali

1. La Regione Campania stanzia un contributo pari a 500.000,00 euro per ciascuno degli anni del triennio 2018-2020, per interventi di tutela ambientale del Monte Faito e della viabilità limitrofa.

2. Agli oneri derivanti dall’attuazione del presente articolo, quantificati in euro 500.000.00 per ciascuno degli anni 2018, 2019 e 2020, si fa fronte mediante incremento di pari importo della Missione 09 (Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell’ambiente), Programma 02 (Tutela, valorizzazione e recupero ambientale), titolo 1 e contestuale riduzione, del medesimo importo, della Missione 05 (Tutela e valorizzazione dei beni e delle attività culturali), Programma 02 (Attività culturali e interventi diretti nel settore culturale), titolo 1”.

Contestualmente, all’articolo 9, al comma 4, sostituire le parole: ”euro 1.500.000“ con le seguenti: ”euro 1.000.000“.

L’emendamento interviene destinando contributi per interventi di difesa a tutela dal rischio di dissesto idrogeologico sul Monte Faito e per garantire il recupero della viabilità nelle strade di accesso al Monte Faito da Vico Equense.

L’emendamento reca una spesa di 500.000.00 euro per ciascuno degli anni del triennio 2018-2020. Alla copertura si provvede mediante la riduzione delle risorse previste all’articolo 9, comma 4.

“De Luca e il Partito Democratico – dichiara sulla sua pagina Facebook il consigliere Luigi Cirillo – come risponderanno in aula? 1.500.000 euro in 3 anni interventi sul dissesto idrogeologico e ripristino della viabilità delle strade interdette.

Tags: